Il nuovo Codice Deontologico sostituisce, mantenendone invariato l’impianto generale, il Codice entrato in vigore il 1 gennaio 2014  al termine della importante fase di riforma che ha determinato grandi novità per il sistema professionale.

Tra il 2014 e il 2017 si sono insediati i nuovi Consigli di Disciplina e sono state avanzate numerose proposte di modifica da parte degli Ordini, Federazioni e Consulte.

Il gruppo operativo deontologia, istituito nel 2016 dal Consiglio Nazionale congiuntamente con l’Ufficio di Presidenza della Conferenza degli Ordini,  ha effettuato l’importante attività di “manutenzione del Codice” proprio partendo da quei contributi e integrandoli con i correttivi ritenuti utili per snellire il testo e con nuove previsioni funzionali all’impianto generale.

Il processo di revisione è stato particolarmente articolato per garantire il costante coinvolgimento di tutte le componenti del sistema ordinistico. Le elaborazioni del Gruppo Operativo deontologia sono state discusse in Consiglio Nazionale, nel Tavolo di Lavoro ordinamento e successivamente in Delegazione Consultiva a base regionale, per giungere alla votazione della Conferenza degli Ordini nella seduta del 16 giugno 2017, nel corso della quale sono stati presentati e votati specifici ulteriori emendamenti.

Un percorso di elaborazione complesso che consente di ritenere il presente Codice Deontologico il risultato di un ampio e consapevole processo partecipativo su una materia, quella deontologica, centrale per l’esercizio dell’attività professionale nella tutela dell’interesse pubblico.

I nuovi articoli fanno riferimento alle specifiche esigenze di:

  • disciplinare l’attività del professionista impegnato in operazioni di volontariato;
  • richiamare alcune specifiche situazioni di incompatibilità di legge,
  • sottolineare l’importanza e le responsabilità dei componenti dei Consigli / Collegi
    di Disciplina;
  • ribadire la centralità dell’autonomia di giudizio, tecnica e intellettuale dei
    professionisti dipendenti.

Il nuovo Codice deontologico è stato approvato dal Consiglio Nazionale nella seduta di Consiglio del 28 giugno 2017, ad eccezione dell’art. 9, deliberato dal Consiglio Nazionale nella seduta del 3 febbraio 2021, ed è entrato in vigore il 30 aprile 2021.

Codice deontologico in vigore dal 30.04.2021

Codice Deontologico (dal 30.04.2021)

Codice deontologico in vigore dal 01.09.2017 al 29.04.2021

Codice Deontologico

Codice deontologico in vigore dal 01.01.2014 al 31.08.2017

Codice Deontologico

Indice Deontologia

Massimario

La presente raccolta di “massime” ha origine dalle decisioni assunte dal CNAPPC nell’ambito della propria attività giurisdizionale ex D.M. 10 novembre 1948 nel periodo dal 1997 al 2013 a seguito di reclami avverso elezioni dei Consigli degli Ordini o ricorsi presentati su provvedimenti disciplinari erogati dagli Ordini provinciali.
La massima è così composta:

  • numero e  data della decisione del CNAPPC
  • voce di riferimento
  • sentenza emessa
  • indicazione dell’infrazione commessa o della fattispecie, a seconda dei casi
  • massima della decisione del CNAPPC

Le massime sono in ordine cronologico, per numero e data di decisione.

 

 

 

 

Back to top